Blog

aggiornamenti, notizie flash e curiosità da Bike Division

L'Assicurazione per il Ciclismo: tutto quello che c'è da sapere

Pubblicato il 15 Marzo 2016 in angolo-andrea
L'Assicurazione per il Ciclismo: tutto quello che c'è da sapere con Bike Division

L'Assicurazione per il Ciclismo: tutto quello che c'è da sapere Ogni sport a livello professionistico prevede la stipula di una polizza assicurativa secondo la legislazione italiana, per lo meno per quanto riguarda le società riconosciute dal CONI. La tutela della salute durante la pratica sportiva non esime nemmeno la disciplina del ciclismo sia per i professionisti del settore che per gli amatori. Il ciclismo in particolar modo presenta svariati elementi di pericolo essendo per lo più praticato su strada e quindi in concomitanza con il traffico automobilistico, in alcuni tratti anche molto importante. Sono numerosi, purtroppo, gli incidenti che interessano i ciclisti, sia tra di loro che con altri mezzi di trasporto o pedoni e dunque è sempre consigliabile disporre di una assicurazione che tuteli salute e danni propri o a terzi qualunque sia la tipologia di sport che pratichiamo.

L'Assicurazione per il Ciclismo: tutto quello che c'è da sapere Ogni sport a livello professionistico prevede la stipula di una polizza assicurativa 
secondo la legislazione italiana, per lo meno per quanto riguarda le società riconosciute dal CONI. La tutela della salute durante la pratica sportiva non esime nemmeno la disciplina del ciclismo sia per i professionisti del settore che per gli amatori.  Il ciclismo in particolar modo presenta svariati elementi di pericolo essendo per lo più praticato su strada e quindi in concomitanza con il traffico automobilistico, in alcuni tratti anche molto importante. Sono numerosi, purtroppo, gli incidenti che interessano i ciclisti, sia tra di loro che con altri mezzi di trasporto o pedoni e dunque è sempre consigliabile disporre di una assicurazione che tuteli salute e danni propri o a terzi qualunque sia la tipologia di sport che pratichiamo. 

Assicurazione Ciclisti: per chi è obbligatoria 
Le assicurazioni che provvedono alla tutela degli sportivi iscritti al CONI sono quelle riconosciute dallo Stato, mentre per i dilettanti è possibile scegliere tra le infinite possibilità del mercato assicurativo. I ciclisti tesserati dalle società sportive godono della copertura assicurativa sportiva durante le sessioni di allenamento e di gara sia per infortunio che per danni terzi che intervengano nella pratica dello sport. 
Chi invece non appartiene ad un gruppo riconosciuto può provvedere alla stipula di un contratto di infortunio privato che vada a tutelare il soggetto in caso di incidente. La possibilità di responsabilità civile verso terzi e la copertura sugli infortuni in caso di sinistro è assolta da una semplice assicurazione privata che mantenga la serenità anche per chi pratica autonomamente il ciclismo nel tempo libero con una certa regolarità. Sono sempre di più le compagnie di assicurazione che offrono polizze  dedicate al mondo della bicicletta, sport sempre più in voga in questi anni, con clausole differenti: sinistri, danni a terzi, kasko e anche il furto. 

Assicurazione sportiva per Ciclisti: cosa copre e quando
Le Associazioni Sportive Dilettanti devono provvedere ad un contratto di assicurazione che tuteli gli iscritti durante gli allenamenti e le sessioni di gara, oltre che i tecnici e i dirigenti durante lo svolgimento delle loro mansioni in sede e fuori sede. 
Con una specifica assicurazione sportiva vanno tutelati e quindi assicurati i sinistri, i danni alle persone e i danni a cose o animali sia per le normali attività di allenamento e gara che per l'organizzazione di manifestazioni sportive e competitive ciclistiche che molte associazioni sportive organizzano sul territorio in cui sono presenti. 
La copertura assicurativa può essere valida anche come giornaliera in caso di manifestazioni o gare che durino un singolo giorno, ma sul tesserino associativo deve essere presente la data e il luogo dell'attività, oltre che la specifica sul tipo di ciclista: se cicloturista o agonista. Le franchigie possono essere anche abbastanza alte: dai 1.000 ai 4.000 euro che devono essere rimborsate dall'associazione in caso di danni poco ingenti. In rete ci sono numerosi servizi per il calcolo della polizza assicurativa, che forniscono assistenza diretta sia via email sia telefonicamente 

Normative vigenti. 
L'obbligatorietà dell'assicurazione sportiva per i tesserati del mondo del ciclismo è resa obbligatoria dal Decreto normativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2010 che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 il 20 
dicembre 2010 per tutte le associazioni riconosciute dal CONI.

Fonte: "Mio Assicuratore"
« TORNA ALLA LISTA ARTICOLI

CERCA NEL BLOG

CATEGORIE

ULTIMI POST