Blog

aggiornamenti, notizie flash e curiosità da Bike Division

Che giro sarà!?

Pubblicato il 20 Maggio 2019 in angolo-andrea
Che giro sarà!? con Bike Division

Ci siamo. Ai telegiornali si parla del Giro d'Italia. Sui quotidiani si parla del Giro. Al bar si parla del Giro. A pranzo si parla del Giro, ma anche a cena a dire il vero. Le mamme e le nonne parlano del Giro. E i nonni, ovviamente, pure. Ci siamo. I fiori sbocciano coloratissimi, la primavera avanza, e il rosa lo si vede dappertutto. Sui balconi, nelle vetrine, sui vestiti. Anche i monumenti diventano rosa. E le campane delle Chiese suonano felici, suonano il rosa. Ci siamo davvero. Domani, Sabato 11 Maggio si inizia!!

Ci siamo.
Ai telegiornali si parla del Giro. Sui quotidiani si parla del Giro. Al bar si parla del Giro. A pranzo si parla del Giro, ma anche a cena a dire il vero. Le mamme e le nonne parlano del Giro. E i nonni, ovviamente, pure.
Ci siamo.
I fiori sbocciano coloratissimi, la primavera avanza, e il rosa lo si vede dappertutto. Sui balconi, nelle vetrine, sui vestiti. Anche i monumenti diventano rosa. E le campane delle Chiese suonano felici, suonano il rosa.
Ci siamo davvero. Domani, Sabato 11 Maggio si inizia!!

Che Maglia Rosa sarà? Sarà un Giro d'Italia duro, come sempre. Bello, come sempre. E forse, anche un po’ di più.
E sarà sicuramente un Giro competitivo e interessante da seguire. I favoriti sono tanti e le squadre non si sono di certo risparmiate nella scelta dei corridori. Sono passati oramai gli anni in cui si pensava che la corsa rosa fosse una gara di serie B…
È La corsa più dura del mondo, nel paese più bello del mondo. Il Giro d'Italia è il Giro. Punto.


Le crono saranno la vera livella di quest’anno?
Sì e no. Perché di salite ce ne sono comunque tante, e molto dure.
Verrà premiato l’atleta con la squadra più forte? Pensiamo di sì, ma forse no. Basta davvero poco, una caduta, una leggera influenza, e tutto salta.
Sarà un Giro che si deciderà all’ultimo giorno? Crediamo di no, ma potrebbe anche essere.
Insomma se la palla è rotonda, come si dice parlando di calcio, le due ruote lo sono ancora di più. Tutto può accadere, e noi siamo pronti a divertirci.

E poi c’è la parte che più ci appassiona, quella che, a dirla tutta, ci ha fatto scegliere il nostro lavoro.
Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Molise, Puglia, Abruzzo, Marche, ancora Emilia Romagna, e poi su verso Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino, Friuli e infine Veneto.

Quale sarà la tappa più bella? Quale sarà lo scorcio che ci farà venire in mente un nuovo tour, un nuovo viaggio, un nuovo momento da passare in sella?

E voi? Di quale salita vi innamorerete? Quale tornante vi stuzzicherà? Cosa vorreste vedere dal vivo? In quale posto vorreste bere una birra a fine di una bella pedalata?


Il Giro è un sogno ad occhi aperti, e come tutti i sogni possono diventare realtà. Quindi scriveteci, commentate, diteci quello che vi passa nella testa. Saremo tutti lì, davanti a un televisore, connessi tra di noi.

Oppure venite a trovarci! Noi e qualcuno di voi seguiremo la carovana pedalando sulle stesse strade dei professionisti, poche ore prima del loro passaggio. Da martedì 22 a martedì 28 ci troverete in giro per il Giro... la se siete da quelle parti, fate un fischio!

Ah, e chi vincerà?
Noi il nostro favorito l’abbiamo, ma non ve lo diciamo. Non vogliamo sbilanciarci, e poi non c’azzecchiamo mai, quindi tanto vale.

Ci sentiamo domani, c’è la prima cronometro.
A proposito, avete mai pedalato da Bologna a San Luca? Un consiglio: fatelo, da lassù c’è una vista bellissima!!


Stefano Francescutti
« TORNA ALLA LISTA ARTICOLI

CERCA NEL BLOG

CATEGORIE

ULTIMI POST